About me

Mi chiamo Cesare Ducci e sono nato a Firenze nel 1963. Sono un irriducibile amante di questo lavoro e da oltre 30anni cerco di dare del mio meglio in questa professione.

La passione per la fotografia mi ha sempre accompagnato fin da quando ero un bambino, ho provato a trasformarla in professione nell’ 89 a Torino presso uno studio fotografico che si occupava per lo piu’ di realizzare servizi industriali nell’indotto automobilistico. Facevamo fotografie dedicate a cataloghi ed al mondo dell’editoria. Usavamo medio formato e banco ottico e chiaramente l’attrezzatura da portarsi dietro era molto piu’ ingombrante e pesante di quella di oggi. Come ultimo arrivato ero infatti destinato al trasporto del corredo fotografico, borse valige, casse e al montaggio e allo smontaggio del set. La gavetta che ho fatto in quel periodo la ricordo con tanta gioia e una sana insaziabile voglia di apprendere. Il grande richiamo della moda a Milano mi porto’ a fare un’altra esperienza indimenticabile presso il Super Studio di via Forcella, tempio della moda italiana, dandomi l’opportunita’ di vedere all’opera i grandi della fotografia come Oliviero Toscani, Giovanni Gastel, Fabrizio Ferri che sfornavano le campagne pubblicitarie piu’ famose del momento. Sono stati per me momenti di grande formazione anche se ero un semplice stagista cercavo di far tesoro di tutto quello che vedevo. Non erano quelli certamente  i tempi delle domande o delle condivisioni social, tutti erano molto gelosi di quello che facevano e di come lo realizzavano e chiedere troppo non era un bel biglietto da visita per continuare a frequentare qull’ambiente, osservare e avere la possibilita’ di rimanere al fianco di quei maestri, era l’unica forma di apprendimento consentita. Il mio massimo in quella prima esperienza milanese fu l’occasione di sostituire per un breve periodo l’assistente di studio di Giovanni Gastel, fotografo dalla sensibilita’ unica, attento conoscitore del bello e delle sue sfumature,  fu un’esperienza indimenticabile quella di  poter vivere anche grazie agli Associati tutti segreti degli still-life di moda piu’ famosi di quegli anni.

Gisella Borioli fu la prima a darmi fiducia, affidandomi come secondo fotografo le sfilate di moda Milano per la rivista DONNA. Ero al settimo cielo quando mi consegnarono tutto quel materiale fatto di una valanga di rotolini super costosi ed il relativo corredo per poterli usare. Ma il richiamo di Firenze era molto forte e la voglia di tornare a casa per iniziare la mia attività era fortissimo. Iniziai a cercare i miei primi clienti nell’ambito della moda, ma ben presto mi resi conto che la realta’ fiorentina era ben distante da quella milanese di quel tempo e che se volevo fare moda non c’era altra strada che trasferirsi là. Rimasi pero’ a Firenze per circa due anni durante i quali allacciai rapporti di collaborazione con alcune agenzie di pubblicita’. Quasi tutti i lavori che facevo erano still-life o industriali per cataloghi o per pagine pubblicitarie del settore illuminotecnico come la Targetti Sankey o del settore dei complementi d’arredo come la Marioni Paolo, ma di moda non se ne parlava proprio. Decisi allora nel 91 di prendere in cosiderazione una nuova proposta di collaborazione di un fotografo nato a Firenze ma che viveva a Milano ormai da molti anni e che aveva appena aperto un suo studio in quel di Viale Monza. Mi sembro’ una proposta interessante quella di poter condividere costi e benefici di un ambiente pronto all’uso con l’opportunita’ di tornare a Milano in una prospettiva di collaborazione fatta da chi bene o male conosceva meglio di me Milano e le sue opportunità lavorative. Purtroppo in giro di pochi mesi mi ritrovai ad essere solo a gestire quello studio ma senza tutti quei benefici promessi e dopo poco dovetti chiudere. Unica amara consolazione fu che proprio nel viaggio di ritorno ricevetti una telefonata dal capo redattore di Brava Casa per una collaborazione gestionale con la Rizzoli per il loro studio fotografico interno, evidentemente ero riuscito a farmi notare attraverso il mio lavoro durante quell’anno e mezzo di sopravvivenza milanese, ma ormai avevo preso la mia decisione.

my story

 Tornato a Firenze, non nego anche per ragioni sentimentali, ricontattai tutti i clienti e le agenzie con le quali avevo fin ora collaborato aggiungendo piano piano un valore alla mia formazione di fotografo quella dell’elaborazione dell’immagine digitale. Nel ’94 il mio primo PowerMac dette un radicale cambiamento al modo di vedere la fotografia moderna, era quello infatti il momento di svolta a livello professionale tra analogico e digitale dove a distanza di pochi anni si vedeva la possibilita’ di utilizzare i primi scanner a tamburo professionali per gestire la digitalizzazione del fotocolor dando una marcia in piu’ nella vendita del servizio. Sono quegli gli anni in cui la proposta fotografica si unisce a quella grafica grazie anche alla collaborazione di una agenzia la Quid di Firenze con la quale fornivamo paccheti completi dall’idea alla realizzazione fotografica e digitale di impianti per la stampa di cataloghi brochure cartelli vetrina etc. Lavoravamo per ARIETE, Conte of Florence, Pielle pelletterie, Dr.Martens, Findomestic, Kimbo, Bontempi, Horvat Giocattoli, DNC distribuzione. Nel 1996 mi sono sposato e di li a poco ho avuto tre bellissimi figli. Dopo il divorzio e la morte dei miei due genitori ho avuto un lungo periodo di distacco dal mondo fotografico professionale con saltuari lavori nel mondo della fotografia sportiva. Nel 2007 decisi di riprovarci aprendo un negozio di fotografia a Firenze, mi rivolgevo principalmente ad un pubblico privato con servizi fotografici per matrimoni ed eventi. Avevo gia’ fatto diversi matrimoni anche prima del 2007 ma non avevo mai avuto un negozio specializzato nel settore wedding. In questo periodo durato circa 10 anni ho portato avanti maggiormente la parte servizi intesa come  prodotti fotografici e video per eventi e matrimoni.

mission

 Oggi dopo la chiusura del negozio nel 2019 e alla lenta ripresa, dovuta anche a questa maledetta pandemia, mi sento ti aprire un nuovo capitolo dedicato questa volta maggiormente alle ditte e alle loro nuove esigenze professionali come quella della comunicazione condivisa su i vari canali social , con immagini fotografiche, riprese video, montaggi, realizzazione di time-lapse a lunga durata, contributi aerei realizzati con droni, e dirette streaming di eventi. La continua evoluzione che esiste nel mondo della comunicazione  visiva porta ad accettare nuove sfide piene di incognite ma anche di grandi emozioni.

Indirizzo

Via delle Gore 20a 50141 Firenze

Cell

(+39) 3356540214

Email

info@duccifotografia.it